Trucco permanente: come funziona

Il trucco permanente è un trattamento estetico che si basa sulla dermopigmentazione, ovvero un intervento a base di pigmenti di colori anallergici che vengono inseriti sotto pelle allo scopo di risolvere spiacevoli problemi di natura estetica. È utile, in particolare, per nascondere le cicatrici, per risolvere difetti della pelle, ma anche per l’alopecia e la vitiligine o per chi soffre di allergia ai cosmetici.

Come funziona il trucco permanente

Il trattamento di trucco permanente consiste nell’effettuare piccolissimi fori sottopelle, grazie all’utilizzo di uno strumento simile al dermografo, con due sottilissimi aghi alle estremità, dentro cui viene poi iniettata la pigmentazione desiderata. Lo scopo di questo trattamento è di creare un trucco che duri nel tempo e per questo motivo, il termine “permanente” non è appropriato, perché il trucco non durerà per sempre, ma per un arco di tempo che può andare, in media, dai quattro agli otto anni.

Ci si può, comunque, sottoporre a sedute di mantenimento, in modo tale da prolungarne l’effetto. La durata dell’intervento varia in base alle capacità di chi lo effettua, in media da due a quattro ore, e non è affatto doloroso. Anche il prezzo cambia, a seconda della zona del corpo interessata: per la bocca e per il contorno labbra, si può spendere tra i 400 e i 500 euro; per la zona degli occhi, il costo si aggira tra i 300 e i 400 euro; infine, per rinfoltire o ridefinire le sopracciglia, il prezzo va dai 200 ai 300 euro.

Dove si può applicare il trucco permanente

Come già accennato, il trucco permanente può essere applicato in diverse parti del nostro corpo, soprattutto sul viso. È qui, infatti, che si concentra il maggior numero di interventi, in particolare sulle labbra per dare maggiore volume e, eventualmente, correggere qualche difetto. In questo caso, oltre che la consistenza, si può agire anche sul colore, evitando l’utilizzo di rossetti o matite estetiche. Il trucco permanente agli occhi serve per definirne il contorno, sottraendosi a estenuanti sedute di make up giornaliero.

Il trucco permanente alle sopracciglia è attualmente quello più richiesto, perché questa zona è spesso soggetta a criticità estetiche come il famigerato “monociglio” di tanti uomini. L’intervento prevede il disegno di nuove sopracciglia, con linee perfette e adatte a tutte quelle donne (e uomini) che hanno problemi estetici legati alla loro foltezza.

Soprattutto per gli uomini, sta prendendo piede il cosiddetto “microblading”, un particolare tipo di trucco permanente che serve a risolvere l’alopecia. In questo caso, si parla di tricopigmentazione, in quanto si agisce sul cuoio capelluto, andando a “disegnare” (o tatuare) i capelli che si sono persi (chi è interessato, può consultare la sezione dedicata del sito www.truccopermanente.it). Infine, il trucco permanente è utile per nascondere difetti fisici come le cicatrici o le smagliature, in modo tale da farci sentire a nostro agio anche in mezzo ad altre persone.

Come curare il trucco permanente

Una volta che ci si sottopone a un trattamento di trucco permanente, è necessario curare la zona interessata, adottando poche ma semplici precauzioni. Innanzitutto, subito dopo l’intervento, bisogna applicare un gel anestetico (va bene anche la comune vaselina) sulla zona interessata, esattamente come si fa coi tatuaggi.

Nelle prime ore e nei primi giorni, il tessuto sottoposto al trattamento potrebbe arrossarsi e gonfiarsi, per cui sarà necessario applicare un impacco freddo e, nei casi peggiori, sottoporsi a un ciclo di antibiotici onde evitare eventuali infezioni. Non bisogna esporre la zona interessata al sole per alcune settimane e, infine, non allarmarsi se all’inizio il colore applicato può sembrare più scuro di quanto si desiderava, perché è normale e in poche ore andrà schiarendosi.

A chi rivolgersi per il trucco permanente

Oggi sono tante le strutture che offrono il servizio di trucco permanente, per cui scegliere a chi affidarsi è molto importante. Prima di tutto, bisogna scegliere professionisti e strutture di comprovata esperienza, per cui è necessario controllare sempre le credenziali di chi opera, cercare le recensioni di altri clienti, documentarsi sugli interventi già effettuati.

Nel momento in cui decidete di sottoporvi al trucco permanente, controllate che il professionista indossi l’abbigliamento adeguato e utilizzi attrezzature sterili e certificate dal Ministero della Salute. Le precauzioni sono molto simili a quelle che si prendono quando ci si va a fare un tatuaggio, quindi è indispensabile che l’intervento avvenga in un luogo adeguato e con la strumentazione giusta. Essendo un trattamento quasi indolore, gli unici pericoli del trucco permanente derivano proprio da questo aspetto.

Il trucco permanente è indelebile?

Come dice la parola stessa, il trucco permanente viene applicato per rimanere a lungo sulla pelle, per cui prima di sottoporsi a un trattamento, è consigliabile esserne sicuri, perché, come già accade per i tatuaggi, la rimozione non è facile. Il processo di cancellazione è, infatti, lento e difficile e può richiedere diverse sedute dal medico, oltre che un elevato esborso di soldi. La scelta migliore è di aspettare che il colore scompaia naturalmente, assorbito dalla nostra stessa pelle.

Pin It