Sollevatori per disabili: i modelli presenti sul mercato

Oggi giorno uno degli articoli certamente più richiesti sul mercato sono gli ausili di movimento per ambienti domestici, che possono venire incontro alle esigenze sia di persone diversamente abili sia di coloro che hanno raggiunto un’età avanzata e faticano a muoversi.

All’interno di questa guida andremo alla scoperta di quali sono i modelli disponibili sul mercato per quanto riguarda i sollevatori per disabili, approfondendo inoltre la loro funzione e quali benefici concreti riescono ad apportare nella vita quotidiana.

Cosa sono e a cosa servono i sollevatori per disabili?

I sollevatori per disabili sono delle attrezzature che consentono alla persona diversamente abile di svolgere una serie di attività che normalmente non può portare a termine.
Si tratta di strutture che aiutano soprattutto gli operatori sanitari che si occupano della cura del paziente ma anche i parenti.

Esse infatti possono essere tranquillamente inserite in uno o più locali della casa al fine di venire incontro alle esigenze di coloro che devono prendersi cura di tutte le persone che per motivi diversi si trovano costrette a rimanere a letto.

Quali sono i principali modelli di sollevatori per disabili?

Sul mercato esistono moltissimi tipi diversi di sollevatori per disabili. Tra le tipologie più diffuse troviamo il sollevatore a base idraulica: questo modello presenta generalmente delle dimensioni ridotte grazie al fatto che è azionato da pistoni idraulici.

Il grande vantaggio è che permette di risparmiare in maniera notevole, in quanto non richiede corrente elettrica, un aspetto che contribuisce a renderlo il modello più economico. Inoltre, rispetto ad altri modelli che verranno presi in esame, esso risulta anche quello che vanta la miglior versatilità.

Tra i modelli disponibili sul mercato, un altro tra i più diffusi è sicuramente il sollevatore elettrico. Come si può intuire già dal nome, esso è formato da un motore elettrico che viene alimentato a batteria. Il vantaggio di questo prodotto si trova nel fatto che consente a coloro che lo utilizzano di non dover compiere alcuno sforzo.

Grazie a questo sollevatore è sufficiente azionare la struttura a partire dal telecomando che si trova sui lati, all’interno del quale è possibile inoltre capire anche quanta batteria rimane per valutare se è giunto il momento di procedere con la sostituzione.

Come scegliere il sollevatore per disabili?

I modelli idraulici ed elettrici generalmente non differiscono molto per quanto riguarda i materiali impiegati, prevalentemente acciaio e alluminio, che rendono le strutture robuste e leggere al contempo.

Scegliere il modello che più si adatta alle proprie esigenze risulta più semplice se si analizza l’utilizzo che se ne andrà a fare. Inoltre, alcune delle dotazioni accessorie possono orientare la scelta su un modello oppure su un altro. Esse riguardano degli elementi che sono compresi nel momento dell’acquisto: alcuni dei più importanti comprendono ad esempio il poggiatesta.

Per trovare modelli validi a un prezzo conveniente una delle opzioni migliori è quella di fare riferimento al sito Sanort.com, dove sono raccolte alcune delle marche più importanti. Inoltre, il servizio di assistenza pre e post vendita può aiutare molto coloro che devono scegliere il modello che maggiormente si adatta ai propri bisogni.

Pin It